Rifugio Bergamo, cuore del Catinaccio

Ecco qui un altro bel pezzo da 90 tra i rifugi del Catinaccio, il primo ad essere aperto su questo massiccio nel 1887! Ho stranamente voglia di camminare (in vacanza è decisamente più facile trovare le energie) e il Bergamo è nella To Do List… lo affrontiamo!

Anche in questo caso partiamo dalla località Bagni di Lavina Bianca vicino a Tires, più precisamente dal Centro Visite del Parco Naturale Sciliar-Catinaccio. E’ un ex segheria funzionante ad acqua, ora ristrutturata e aperta al pubblico per visite guidate. All’interno si trovano informazioni sulle specie presenti nel parco ed una sezione dedicata alla geologia.

Sono previste 3h20 di cammino e un dislivello di circa 1200 mt che, ahimè, diventa 1400 perché ci sono delle deviazioni da fare!

Rifugio Bergamo sentiero
Rifugio Bergamo sentiero

Primo tratto nel bosco seguendo il sentiero n.3 e poi un bel po’ di salita su una strada forestale spaziosa e agevole, anche se in realtà mi pesa molto farla perché sono numerosi tornanti e il sentiero è un po’ monotono ( diciamo che in questo tratto ho fatto fatica a trovare ispirazione e motivazione per camminare, ma forse ero già un po’ scoppiata!). Iniziamo a vedere cartelli con delle deviazioni ed infatti ad un certo punto si comincia a scendere fino ad arrivare ad un torrente in secca… inutile dire del mio sconforto quando guadagni quota e poi in un attimo la perdi!!! Ovviamente è bellissimo recuperare le forze e tirare un po’ il fiato, ma dispiace dover aggiungere altro dislivello a quello che già mi sembrava abbastanza 🙂

Attraversiamo il fiume e facciamo una piccola sosta alla baita posta nella suggestiva radura Rechter Leger e circondata dalle Dolomiti; la Val Ciamin è verdissima e tranquillissima e offre panorami da cartolina. Da qui il sentiero riparte nel bosco e in pendenza fino al bivio Rif. Bergamo/Rif. Alpe di Tires. Proseguiamo per la nostra strada seguendo il sentiero 3A, il cartello ci indica che mancano 40 minuti. A parte il tratto della strada forestale, il resto del tragitto è molto bello e a volte impegnativo: l’ultimo strappone ci porta ad una sella, e poi finalmente ci troviamo il rifugio davanti! Si scollina sull’altro versante e siamo arrivati: Rifugio Bergamo-Grasleitenhütte a 2134 mt.

Rifugio Bergamo sentiero
Rifugio Bergamo sentiero

Il rifugio è bellissimo, dominato dalle imponenti cime che gli stanno dietro tra cui il Molignon di Mezzo e la Cima di Valbona! L’ospitalità dei gestori, l’ottima cucina (il capretto consigliato dal proprietario era validissimo!), il servizio curato e la zona relax con amache e sedie pensili ci fanno fermare per 3 orette in totale tranquillità e pace! Un posto in cui tornerei per le belle sensazioni che ti lascia, per l’accoglienza e perché è un ottimo punto di partenza per altri giretti (Passo Principe, Passo Molignon…).

Rifugio Bergamo

La discesa presenta alcuni tratti un po’ ripidi e un caldo becco, decidiamo di fare un sosta per rinfrescarci nel torrente che qui in alto presenta una portata maggiore: gambe e piedi nell’acqua gelata, rinfrescata generale e siamo come nuovi, anzi forse anche più reattivi di prima grazie alla circolazione riattivata!!

2h30 e siamo al parcheggio di Lavina Bianca, sfiniti e soddisfatti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...